L’ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani, è una associazione unitaria a carattere nazionale.

Un appello del Sindaco di Foligno Fazi, nel 1892, e un convegno di Sindaci a Roma nel 1894 sono stati due degli atti preparatori alla sua nascita che fu ufficializzata nel 1901 a Parma con il primo Congresso: i Comuni aderenti erano poco più di mille.

Per ragioni storiche l’Associazione fu soppressa nel 1927 e fu ricostituita solo all’indomani del secondo conflitto mondiale nel settembre del 1946 ( per “la conquista e la difesa delle libertà municipali in ogni manifestazione di vita e della attività comunale”).

I Comuni che oggi ne fanno parte sono più di 6000.

Le finalità principali dell’ANCI sono la tutela e la diffusione dell’affermazione del principio dell’autonomia locale, riconosciuto nella Costituzione al Titolo V.

L’Anci svolge la sua attività in diversi aspetti della vita delle autonomie: gestione amministrativa, finanza locale, assetto del territorio, salvaguardia della salute, organizzazione dei servizi pubblici e si impegna nella coordinazione delle attività di cooperazione allo sviluppo e dei relativi rapporti internazionali. Inoltre, ha il compito di rappresentare e tutelare le autonomie locali di fronte agli organi dello Stato sia tramite le audizioni sia con la partecipazione diretta a Commissioni e organi dei Ministeri o di altri enti pubblici (ad es. per la contrattazione collettiva per il personale degli enti locali).

Dell’Associazione nazionale fanno parte quelle regionali. L’ANCI Umbria è nata nel 1974.

Negli ultimi anni l’attività si è fatta piuttosto intensa e di ausilio per gli enti locali, un punto di riferimento al quale rivolgersi per coordinare il lavoro e le esigenze delle autonomie, che cura l’informazione, lo studio e l’evoluzione delle problematiche che riguardano la vita dei Comuni; l’ANCI è chiamata ad avere parte attiva, nella fase di elaborazione di alcune leggi regionali ed è in continuo contatto e collaborazione con tutti gli organi istituzionali della Regione e delle Province.

Importanti sono i progetti di cooperazione internazionale che da tempo, congiuntamente ad altre Anci regionali, l’associazione umbra sta portando avanti. Si tratta di progetti di Cooperazione Decentrata che sono rivolti verso alcune zone del monndo: Mali, Malawi, Congo, Palestina, Bosnia-Erzegovina . Molto è stato fatto (campagna di gemellaggi, progetti ‘know-how’, sostegni finanziari per la realizzazione di strutture pubbliche etc..) e molto ancora si può fare, i progetti sono molteplici, ma nonostante la generosità dei Comuni, anche di quelli più piccoli, la ricerca dei contributi è comunque sempre necessaria.

 

ENGLISH VERSION

ANCI (National Association of Italian Municipalities) is a national unified association.

It was established after an appeal made by the mayor of Foligno, Francesco Fazi, in 1892 and a conference of mayors in Rome,  1894.

These two preparatory acts led to the association foundation, officialized in 1901. The first convention took place in Parma, where the participating Municipalities were just over a thousand.

In 1927 the association was abolished for historical reasons and it re-established only in September 1946, in the immidiate aftermath of the Second Word War (with the aim of  “the achievement and the maintenance of municipal autonomies in every manifestation of life  and municipal operations”)

Today, more than 6,000 Municipalities are part of the association. The main goals are protection and dissemination of the  affirmation of the principle of local autonomy, recognized by the Constitution under Title V.

ANCI performs its own activities in different aspects of the life of autonomies, such as administrative management, local finance, spatial planning, health protection and organisation of public servicies and is committed to the coordination of the development cooperation activities and related international relations.

Moreover, it represents and protects local autonomies before national institutions, either with hearings or by directly participating in Committees and bodies of Ministries or other public authorities (i.g. for the collective bargaining  for the employees of local authorities).

Regional associations are part of the national association. ANCI Umbria was established in 1974.

Over the years, the activity has intensified and became a help for local authorities, a point of reference to which to turn to coordinate work and needs of the autonomies, which deals with information, study and evolution of issues concerning the lives of Municipalities.

ANCI is called upon to play an active role in the process of developing some regional laws and constantly cooperates and exchanges views with all the institutional bodies of Regions and Provinces.

ANCI Umbria, together with other regional ANCIs, has worked on international cooperation projects for quite some time.

These projects, which are very important, belong to the Decentralised Cooperation Programme and are aimed to certain parts of the world: Republic of Malawi, Republic of the Congo, Palestine, Bosnia and Herzegovina.

Much has been done (town-twinning arrangement campaign, knowhow projects, financial supports for the implementation of public structures etc.) and there is still much work to be done.

Projects are many, but despite the generosity of the Municipalities, even the smallest, the research of contributions is always necessary.